italiano english deutsch francois espanol

palazzo pretorio

RICHIEDI INFORMAZIONI

Certaldo è un comune posto al centro della Valdelsa nella provincia di Firenze. Questa località fu la patria di Giovanni Boccaccio, costituita da numerosi edifici ad alto interesse storico artistico. Certaldo viene toccata dalle acque del fiume Elsa e del torrente Agliena nel quale termina il suo corso. Il centro abitato si estende ai lati della statale 429 formando due nuclei ben diversificati, costituita da una parte medievale, con il Palazzo Pretorio, detta Certaldo Alto al di sopra di un colle. La zona è possibile raggiungerla attraverso l’utilizzo della macchina o anche con una funicolare su rotaia da Piazza Boccaccio. Nella pianura invece si estende la parte "moderna" di Certaldo successiva agli insediamenti medioevali, che ha conosciuto il suo maggiore sviluppo dalla fine del '700. Le origini di Certaldo sono risalenti all’epoca etruscha-romana. Il proprio toponimo deriva dal latino, cerrus con il significato di“altura ricoperta da cerri”. Le prime notizie del borgo, ci pervengono dal 1100, quando Federico il Barbarossa, cedette il territorio ai Conti Alberti i quali dominarono fino alla fine del XIII secolo. Con il potere fiorentino, Certaldo, fu la sede del Vicariato nei primi del 1400. Nella parte di Certaldo Alto, troviamo ancora intatto il borgo di tipo Medievale, Palazzo Pretorio , la casa natale di Giovanni Boccaccio, autore del Decamerone, le bellissime chiese, come Santi Jacopo e Filippo, palazzi nobiliari e case-torri, via Boccaccio e le stradine che portano alla cerchia delle mura.

Last Minute

  • non sono presenti offerte o last minute